Rotary Club Imperia, soci affascinati dalla storia della Colombaia.

Categoria principale: Notizie Categoria: Salviamo la Colombaia: Comunicati, Attività Scritto da Administrator Visite: 709

3 colombaia day 2010 18ll Dr. Ezio Grosso di Imperia da molti anni grande estimatore della Colombaia, dopo una sua visita al castello, è divenuto socio dell'Associazione Salviamo la Colombaia. Per questa sua passione nei confronti di un monumento che fa parte della storia di Trapani, nella conviviale del Rotary Club di Imperia del 20 novembre, ha voluto fare rilevare il suo particolare interesse nei confronti della Colombaia di Trapani in quanto è rimasto colpito dalla maestosità, dalla bellezza e dalla storia di questo monumento e ne ha seguito le sorti in quanto è stato sempre informato sulle vicende succedutesi nel tempo. Il suo interesse non poteva rimanere soltanto un fatto personale. Per questo ha voluto e potuto coinvolgere i soci del Rotary Club di Imperia. Per potere parlare della Colombaia ha portato avanti le seguenti motivazioni: Imperia come Trapani è città di mare con una lunga storia di battaglie, assedi e lutti; l'Associazione salviamo la Colombaia ha a che fare con un ambiente poco interessato alla Colombaia simbolo della sua complessa ed affascinate storia; fare parte di un Club che ha promosso e realizzato numerose iniziative culturali e sociali sia sul proprio territorio che fuori dai confini, spesso in collaborazione con il nostro Club gemellato.

Un ragguaglio sulla situazione della Colombaia è stato fatto ad Imperia dal Dr. Romeo, il quale da trapanese si è sentito particolarmente emozionato dal fatto che il Rotary Club di Imperia si sia interessato a tale struttura ed ha potuto così contribuire con una relazione sulla attuale situazione. Dopo la conviviale, il Consiglio Direttivo del Rotary Club di Imperia l'11 dicembre ha deliberato di sostenere l'Associazione Salviamo la Colombaia per l'anno 2019 "in una azione che vuole essere esclusivamente una temporanea azione di sostegno e di riconoscimento dei vostri sforzi che datano da quasi quattro lustri, tendenti appunto a salvare il monumento simbolo della vostra città".

"In un momento attuale, ed in attesa della sua destinazione a privati a seguito di un bando regionale, rimaniamo con il fiato sospeso– afferma Luigi Bruno, presidente dell'Ass. "Salviamo la Colombaia"- con la speranza di eventi che possano rispondere alle aspettative dei cittadini trapanesi ed alla cultura. Cosa possiamo dire di fronte ad un interesse portato avanti con passione e determinazione dal Rotary Club di Imperia che nel contempo ha creato anche un interessante collegamento con i tre Rotary Club di Trapani , che si sono resi disponibili, per fare della Colombaia di Trapani un punto di riferimento ed un polo di attrazione per quanti, amanti della storia e dell'arte, sperano in una rapida restaurazione . Innanzi tutto siamo rimasti stupefatti – continua- e poi particolarmente soddisfati di questa eccezionale operazione, che ha coinvolto anche i tre Rotary Club di Trapani , che ci ha riempito di gioia e di orgoglio per un riconoscimento del lavoro svolto dall'Associazione in tanti anni trascorsi nel tentativo di fare rivalutare l'importanza del castello e per la sua collocazione in un itinerario di fruibilità . Vogliamo ringraziare il Dott. Grosso, il Consiglio Direttivo e tutti i componenti del Club di Imperia, nonché i componenti dei tre Rotary Club di Trapani, per la loro sensibilità in favore di uno storico monumento che fa parte della ricchezza di un patrimonio che non è solo dei trapanesi ma di tutta l'Italia".

Luigi Bruno